Mauro Icardi sembrava essere in procinto di tornare pienamente in gruppo, e l’infortunio di Lautaro Martinez pareva aver aperto le porte a una reintroduzione nella formazione titolare. Un’impressione, appunto. Perché – complice la sconfitta interna contro la Lazio, di ieri notte – il clima nerazzurro si è fatto nuovamente teso, e a divenire pronto protagonista di un nuovo episodio di stress emotivo è stato il mister Luciano Spalletti.

Il tecnico toscano, probabilmente alla fine della sua avventura sulla panchina dell’Inter (c’è ancora chi crede in un rinnovo a fine stagione?), ha infatti difeso il proprio ruolo e quello dello spogliatoio. E lo ha fatto, dopo settimane di tentennamenti, in tv e con toni abbastanza espliciti.

Ad onor del vero, il tecnico ha anche voluto spegnere i fuochi delle facili polemiche, ricordando come dopo un lungo periodo di assenza fosse normale che Icardi saltasse una partita. Spalletti ha poi aperto alla trasferta con il Genoa, affermando che se il suo attaccante continuerà ad allenarsi bene, potrebbe essere convocato.

Dunque, affermato che Icardi ora non ha problemi fisici, e che la sua presenza sarebbe servita eccome contro la Lazio, perché non è stato già convocato?

Secondo i bene informati, le ragioni sono due: non è ancora avvenuto un pieno chiarimento con il resto dello spogliatoio, o si vuole evitare un impatto troppo acceso con la tifoseria di San Siro, il cui livello di accoglienza nei confronti dell’ex capitano è tutto da comprendere…

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.