La sconfitta del Milan contro il Torino non è equivalsa – come pensavano alcuni – la cacciata di Gattuso dalla panchina del club rossonero. Il Milan rimane pur sempre in piena corsa per poter conquistare il quarto posto in classifica, anche se appare evidente che la sconfitta bruciante contro i rivali granata, e involuzioni sul fronte del gioco, abbiano lasciato delle scorie pesanti che potrebbero influenzare gli ultimi turni del campionato.

Tuttavia, al termine di una notte di riflessione, il Milan ha scelto di confermare Gattuso sulla panchina rossonera. Naturalmente, questo non significa una conferma a lungo termine: l’impressione è che Gattuso rimarrà allenatore per le prossime quattro partite, ma poi sarà addio.

Il finale di campionato sta d’altronde costituendo una buona base per assumere tale decisione finale. Il Milan è andato incontro a una sorta di discesa verticale, senza tenersi stretto un quarto posto che avrebbe costituito il gradito ritorno in Champions. Ora, addirittura, c’è il rischio di perdere anche l’Europa League: insomma, nelle prossime quattro partite può accadere di tutto, nel bene… o nel male.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.