Succede anche questo nelle prove libere di Formula 1 a Baku: dopo pochi minuti dall’avvio della sessione, ora cancellata, uno dei 300 tombini che sono disseminati lungo i 6 km di tracciato, forse sollevato dal precedente passaggio di altre monoposto, è stato centrato dalla Williams di George Russell, che si è visto distruggere il fondo della propria vettura.

Un incidente sicuramente anomalo, che potrebbe addirittura essere comico se… non fosse stato potenzialmente molto pericoloso per l’incolumità del pilota, considerato che il sinistro è accaduto sul punto più veloce. I giudici di gara hanno interrotto temporaneamente le prove e, poco dopo, in seguito all’ispezione del delegato tecnico Fia, Michael Masi, si è scelto di annullare la sessione.

A farne le spese è stata anche la Ferrari, che proprio durante questa sessione voleva mettere sotto esame il nuovo pacchetto aerodinamico. Come se non bastasse, il recupero della Williams danneggiata si è tramutata in un ulteriore incidente: il braccio che sosteneva la vettura, per distrazione del conducente, ha infatti sbattuto contro una delle passerelle che sovrastano il tracciato. Dal braccio danneggiato ha iniziato a colare copiosamente dell’olio… sulla stessa F1.

Lascia un commento

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.